Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

“L’esercito combatte”

23 May 2016
Un'iniziativa per ricordare in tutta Italia la Grande guerra, riportando alla memoria i valori e il sacrificio degli italiani che combatterono in trincea. 11 delegazioni di studenti e militari (di Lecce, Caserta, Pordenone, Roma, Sassari, Messina, Udine, Gorizia, Livorno, Torino, Bologna) raggiungeranno i luoghi simbolo del conflitto e i principali sacrari e cimiteri militari del Nord Italia. (Andrea Cionci)
“L’esercito combatte”

“l’esercito combatte”

Studenti e militari insieme verso i luoghi della Grande guerra: è stata inaugurata sabato a Lecce “L’esercito combatte” l’iniziativa per ricordare in tutta Italia la Grande guerra e per riportare alla memoria i valori e il sacrificio degli italiani che combatterono in trincea. 

Come ha dichiarato il capo di Stato maggiore dell’esercito, generale Danilo Errico: “Noi abbiamo degli uomini e delle donne oggi, che continuano a fare in silenzio lo stesso lavoro che i nostri nonni hanno fatto allora, non per unire l’Italia, ma per aiutare le popolazioni delle principali aree di crisi a ritrovare la pace, l’unità e la sicurezza. Questo è il messaggio che voglio dare ai giovani: i nostri nonni hanno fatto l’Italia, noi stiamo continuando a servire la Nazione, questo è l’Esercito italiano”.

Dopo la cerimonia dell’alzabandiera in piazza Sant’Oronzo, è stata letta la poesia “Il sogno”, dedicata ai fanti della Brigata “Bari” che hanno combattuto durante la Prima guerra mondiale e scritta da Nicoletta Luigia Leuzzi, studentessa del terzo anno dell’Istituto comprensivo statale di Magliano in provincia di Lecce. Più tardi, in una Piazza gremita di gente è partita la prima delle 11 delegazioni di studenti e militari (le altre località di partenza sono Caserta, Pordenone, Roma, Sassari, Messina, Udine, Gorizia, Livorno, Torino, Bologna) che raggiungerà i luoghi simbolo del conflitto e i principali sacrari e cimiteri militari del Nord Italia (Pasubio, Pocol, Asiago, Monte Grappa, Montello, Fagarè, Oslavia, Caporetto, Redipuglia, Prosecco e Monte San Michele). 

Dopo Lecce, sarà Padova (dal 24 al 25 maggio) a ospitare i più importanti eventi nelle piazze principali, confermando come l’Esercito italiano nel corso degli anni, abbia saputo rinnovarsi dal punto di vista delle tecnologie e dell’addestramento conservando comunque inalterati i valori e i sentimenti di 100 anni fa.

Novità assoluta, la collaborazione dell’Esercito con la Lega Italiana Lotta ai Tumori che coinvolgerà i cittadini e i visitatori di Padova in diverse iniziative di solidarietà. Per i più giovani, saranno presenti anche il simulatore di volo per elicotteri, la parete di roccia, l’equipaggiamento del “Soldato futuro”, il simulatore di guida dei mezzi tattici e tanti altri stand dove poter conoscere meglio le numerose e diverse attività che l’Esercito Italiano compie oggi in Italia e all’estero. (Andrea Cionci)

© RIPRODUZIONE RISERVATA