Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Nerpa: il drone che spara. Sott'acqua…

5 September 2018
di Claudio Bigatti
Al recente salone russo Army 2018, viene mostrato un piccolo drone subacqueo (Uuv) anti intrusione armato di…
Nerpa: il drone che spara. Sott'acqua…

L’azienda di stato russa Rostec ha mostrato il prototipo di un drone sottomarino armato e di piccole dimensioni denominato Nerpa: come la mite foca del lago Baikal.
Il Nerpa è stato concepito per contrastare gli attacchi subacquei di uomini rana contro ponti strategici, navi e strutture portuali: al momento è piuttosto unico nel suo genere, è infatti armato con lo speciale fucile subacqueo automatico Aps - Avtomat podvodny spetsialnyy (vedi foto sotto). L’Aps fu utilizzato a partire dal 1975 dai sommozzatori della marina militare dell'ex Unione sovietica e poi, da quelli della Russia federale
L’arma impiega come munizioni dardi d'acciaio in calibro 5,66 mm, lunghi 120 millimetri, lanciati da cartucce lunghe 39 millimetri (munizione speciale 5,66x39 Mps) contenute in un caricatore da 26 colpi. L’Aps utilizza una canna liscia, dato che i dardi si stabilizzano in acqua per i principi dell’idrodinamica e ha una portata effettiva di circa 30 metri a 5 metri di profondità, ma che diminuiscono a 11 metri, se si è a 40 metri. In emergenza può anche sparare sopra la superficie (più per autodifesa…), ma in questo caso, precisione distanza utile diminuiscono drasticamente: di fatto, si tratterebbe del primo fucile d’assalto “anfibio”. L’Aps, che ha struttura in lamiera d’acciaio stampata e piegata, è costruito per superare le sfide di molti principi fisici, tra i quali l’incomprimibilità dell’acqua, pertanto è dotato sia nel sistema di sfruttamento dei gas sia nel fusto, di apposite forature per il passaggio o deflusso sia dei gas sia dell’acqua spostata dai movimenti meccanici; l’Aps pesa circa 3.900 grammi carico. L’arma tra l’altro, è montata sotto lo scafo e in posizione invertita ossia, con il caricatore rivolto all’interno del drone per migliorare l’idrodinamica del mezzo.
Il Nerpa, prodotto dalla collaborazione tra la TsniitochMash (Aps) e la Mako (Uuv), è lungo circa 1.200 millimetri con un peso inferiore ai 30 chilogrammi, ha una profondità operativa di 50 metri e autonomia di 4 ore.

Nerpa: il drone che spara. Sott'acqua…
© RIPRODUZIONE RISERVATA