Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Sdruccioli di bronzo

28 June 2018
La 2ª Coppa del mondo Juniores di Suhl si chiude con tre medaglie per gli azzurrini dello Skeet. Sdruccioli bronzo, argento e bronzo a squadre tra i maschi, al femminile Longhi sesta
Sdruccioli di bronzo

La seconda Coppa del mondo Juniores 2018 si chiude con altre tre medaglie che entrano nel forziere azzurro dalle gare di Skeet maschile.
La prima è arrivata nella gara individuale per mano di Elia Sdruccioli (nella foto), giovane marchigiano di Ostra (An) e tesserato con l’Esercito, sul podio per il bronzo. Entrato in finale con lo score di 117/125 +2, che gli ha garantito il secondo dorsale alle spalle del danese Emil Kjelgaard Petersen, migliore con 119, l’azzurro ha combattuto il round conclusivo con grinta regolando tre avversari e arrivando in zona medaglia con Petersen e il ceco Jaroslav Lang. Purtroppo per lui i due avversari avevano sbagliato meno nelle fasi precedenti e lo hanno costretto al bronzo con il punteggio di 44/50, dividendosi poi l’oro e l’argento.
Per quanto riguarda gli altri cinque italiani in gara, molto sfortunato è stato Matteo Chiti (Carabinieri) di Pistoia, che ha spareggiato con altri 4 tiratori per un posto in finale e con lo score di 113/125 +1 si è ritrovato in 10ª posizione. Scendendo nella classifica al 10° ,posto troviamo Alessandro Calonaci di San Gimignano (Si) con 112, al 13° Niccolò Sodi di Arezzo con 110, al 19° Christian Ghilli (Fiamme oro) di Ponteginori (Pi) con 109 e al 31° Filippo Maria Boncompagni (Fiamme oro) di San Casciano Val di Pesa (FI) con 104.
Due le medaglie che gli azzurri hanno centrato nella classifica a squadre. A salire sul gradino più alto del podio sono stati gli avversari cechi con 335/375, mentre agli azzurri sono toccati l’argento con 334 (Sdruccioli, Chiti e Boncompagni) ed il bronzo con 331 (Calonaci, Sodi e Ghilli).
Meno fortunata la spedizione femminile. La migliore delle azzurre è stata Giada Longhi (Esercito) di Roccaranieri (Ri) che, dopo essersi meritata la fase finale con il terzo miglior punteggio (110/125 +1+2), non ha retto alla tensione del round decisivo arenandosi in sesta posizione con 14/20. Molto lontane dalla vetta della classifica Sara Bongini (Fiamme oro) di Impruneta (Fi), trentasettesima con 78, e Giorgia Fancello di Acilia (RM), trentanovesima con 76.

RISULTATI
Skeet Maschile: 1° Emil Kjelgard PETERSEN (DEN) 119/125 – 56; 2° Jaroslav LANG (CZE) 115/125 – 55 3° Elia SDRUCCIOLI (ITA) 117/125 (+2) – 44/50; 4° Anant Jeet Singh NARUKA (IND) 113/125 (+4) – 34/40; 5° Sami AALTONEN (FIN) 114/125 – 25/30; Dominc Paul COOPER (GBR) 117/125 (+0) – 16/20; 10° Matteo CHITI (ITA) 113/125 (+1); 11° Alessandro CALONACI (ITA) 112/125; 13° Niccolò SODI (ITA) 110/125; 19° Cristian GHILLI (ITA) 109/125; 31° Filippo BONCOMPAGNI (ITA) 104/125.
Skeet Maschile Squadre: 1ª REPUBBLICA CECA 335/375; 2ª ITALIA (Sdruccioli-Chiti-Boncompagni) 334; 3ª ITALIA (Calonaci-Sodi-Ghilli) 331;
Skeet Femminile: 1ª Vanesa HOCKOVA (SVK) 109/125 (+3) – 52/60: 2ª Anna ZHADNOVA (RUS) 110/125 (+6) – 49/60; 3ª Yufei CHE (CHN) 109/125 (+2) – ; 4ª Zila BATYLRSHINA (RUS) 110/125 (+1+1) – 30/40; 5ª Esemee VAN DEER VEEN (NED) 110/125 (+5) – 20/30; 6ª Giada LONGHI (ITA) 110/125 (+1+2) – 14/20; 37ª Sara BONGINI (ITA) 78/128; 39ª Giorgia FANCELLO (ITA) 76/125.
Skeet Squadre: 1ª RUSSIA 308/325; 2ª CINA 392; 3ª INDIA 294; 7ª ITALIA 264

© RIPRODUZIONE RISERVATA