Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Filippelli, bronzo e carta olimpica. Hancock monumentale

14 September 2018
di Michele Cassano
L'azzurro riesce a salire sul podio garantendo alla pattuglia italiana una carta olimpica per Tokyo 2020. Lo statunitense vince l'oro ed eguaglia il record del mondo
Filippelli, bronzo e carta olimpica. Hancock monumentale

Al Mondiale sudcoreano, Skeet fa rima con Stati Uniti. E così dopo la tripletta al femminile, arriva il successo di Vincent Hancock. Lo statunitense si è reso autore di una finale strepitosa sbriciolando 59 dei 60 piattelli a disposizione, eguagliando il record del mondo e mettendosi al collo il meritato oro, che nella sua carriera diventa il quarto iridato (2005, 2009, 2015), a cui fanno eco pure i due titoli olimpici (2008, 2012). Alle sue spalle, con una rimonta strepitosa, si è piazzato Erik Watndal: il norvegese, argento agli Europei di Leobersdorf soltanto qualche mese fa, ha cavalcato l'onda lunga del suo stato di forma, chiudendo a quota 55/60. Il bronzo, invece, se l'è accaparrato il nostro Riccardo Filippelli (46): monumentale l'azzurro nella prima parte della finale, quella che gli ha garantito di essere fra i primi quattro per guadagnare la card olimpica, in vista dei Giochi di Tokyo 2020, poi bravo e anche un po' fortunato nel testa a testa col francese Emmanuel Petit per andare a occupare l'ultimo gradino del podio, visto che il 37-37 a cui erano arrivati a pari merito dopo quaranta piattelli è stato risolto a favore di Filippelli grazie alla migliore posizione ottenuta in qualifica.
Il campione del mondo uscente Gabriele Rossetti e Tammaro Cassandro hanno chiuso, rispettivamente, in decima e cinquantaduesima posizione: un peccato per il toscano che non è riuscito ad accedere alle finali dopo un maxi shoot-off che l'ha visto purtroppo perdente.
Da ricordare la gara femminile juniores: la vittoria è andata alla cinese Yufei Che, mentre Giada Longhi si è piazzata 24esima.
I Mondiali sono ufficialmente terminati.

Foto: ISSF

© RIPRODUZIONE RISERVATA